domenica, dicembre 10, 2006

Carne di culo 15,5

Quando riprese conoscenza Carne si ritrovò in una stanza asettica, i pavimenti e i muri, completamenti puliti suggerivano l’infermeria del comando supremo. Un click metallico sblocco la serratura della porta e colui, il cui nome non può essere pronunciato, fece il suo ingresso.
“Non sei messo troppo male Carne… I miei collaboratori hanno esagerato.”
“No signore, ho visto momenti peggiori.”
“E ne vedrai ancora temo.”
“Sono in pensione.”
“Queste sono stronzate, quelli come noi non vanno in pensione, perché credi abbia fatto in modo che ti alleggerissero un po’ le tasche?”
“Quindi sarei di nuovo in missione?”
“Come al solito Carne, come al solito. Ci è giunta notizia dal quadrante ovest di un carico di bario contrabbandato dai Vegetariani…”
“Vegetariani, è da un po’ che non sentivo parlare di loro.”
“Già, se ne sono stati tranquilli per un po’ dopo che gli abbiamo seppellito nella merda le coltivazioni di cavolfiore, ma adesso si stanno muovendo, ed è inutile dire che se riuscissero a inquinare gli acquedotti col bario i nostri Shitgun ci esploderebbero nel culo…”
“Capisco, ma con Pademonium come la mettiamo, quel bastardo non mi lascerà in pace e le nostre armi non hanno effetto su di lui.”
“Proprio per questo abbiamo salvato la vergine, un’esemplare stupendo, diciotto, massimo vent’anni e, cosa favolosa, mai un attacco di diarrea…”
“Vorrebbe eliminare Pandemonium tramite la ragazza, mi perdoni, ma non credo che sia una passeggiata convincerla a inserirsi l’intrusore dello Shitgun.”
“Questo Carne, per fortuna non è compito mio.”
Aprendo gli occhi Carne credette di aver sognato, Vegetariani, bario, che razza di storia. Si rigirò un poco tra le lenzuola marroni notando uno strano avvallamento nel cuscino accanto, pensando che forse, l'idea della vergine, non era per niente malvagia, prima, però, doveva cercare di rimettersi in sesto.


# posted by Ketamina @ 3:05 PM

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home