sabato, gennaio 06, 2007

CARNET DE CULO Chapter 103

Kate sonnecchiava, il viaggio era stato lungo e lo champagne della prima classe non aveva ancora finito di farle effetto.
Carne ne approfittò per aprire la busta con le istruzioni che aveva ricevuto prima di salire sull'aereo. Certo, ora erano liberi ma non era bastata la spiata di Kate a convincere Jason a lasciarli andare. Il bastardo voleva che Carne portasse a termine una piccola commissione, prendere o lasciare. Carne prese. Si trattava di fare una piccola vacanza a New York, risolvere un piccolo problema e poi tornarsene a casa senza debiti morali.
Kate sonnecchiava e Carne sfogliò il dossier.

Una lunga storia.

Kal-el arriva sulla terra. Viene adottato col nome di Clark dai coniugi Kent del West Yorkshire i quali, per non complicare la vita del ragazzo, muoiono presto. Le assicurazioni sulla vita permettono al giovane Kent una vita agiata, una laurea in giornalismo, amici di scuola con padri influenti e una rapida carriera al Daily Star. Di tutti i suoi superpoteri è inutile parlare, lo sanno tutti... ci hanno fatto anche un film. Si innamora di una sua collega, Lois Lane, fanno del sesso, lei rimane incinta e lui scompare. A quel punto l'incinta decide di accettare la proposta di matrimonio di Spengler. Dopo poche settimane nasce un bimbo, viene chiamato Jason Vellodoro (col tempo rimarrà solo Jason). Mentre il ragazzo cresce il padre naturale adotta, come pensa sia d'uso sulla terra, un ragazzo sveglio e lo chiama Clark Jr.

Questa la premessa. Ora la missione: eliminare il tizio. Motivo: l'ingiustizia. Clark Jr sarà infatti erede di tutti i beni e di tutti i segreti di Clark Sr, detto Superman. Ma Superman è il vero padre di Jason e, se un erede deve esserci, quello è proprio Jason. L'ostacolo va quindi rimosso.


"Quel bastardo! Una piccola commissione, aveva detto!" Parlò a voce alta e Kate si svegliò.
"Dobbiamo andare?" chiese.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home