sabato, gennaio 13, 2007

CARNET118

Lady Cophetua aveva ottenuto quello che voleva. Non era stato facile, ma lei sapeva come ottenere ciò che voleva. Aveva dovuto prostituirsi con Colui il cui Nome non può Essere Nominato, e con il Dootr Mouse, alias Grande Merda, alias Lord Carneade Di Culo. D'altra parte, non era la prima volta nella sua vita. Aveva dovuto prostituirsi la prima volta nel 1939, con il Principe di Edimburgo, per ottenere alcuni favori a Corte. Lo aveva fatto anche con Sir Winston Churchill, alla fine della guerra, per ottenere alcuni favori in parlamento. Un odioso grassottello che scopava con il sigaro in bocca e che faceva il segno di vittoria con le dita ad ogni orgasmo che Lady Cophetua simulava per compiacerlo. Soddisfare quei due vecchi non era altro che un'altra, penosa giornata dedicata a raggiungere i suoi scopi.
A convincerli, oltre alle prestazioni orali ed anali della nobildonna, erano state anche le sue surretizie argomentazioni: voleva che la storia avesse un filo più logico. Certamente non sarebbero stati così accondiscendenti se avessero saputo il vero scopo per cui Lady Cophetua volevva essere la fornitrice del mezzo magico, la donatrice amica, colei che mette alla prova Carne.
Ma ora aveva in mano le redini del gioco. Era stata lei a suggerire a Gwendaline l'idea dell'assegno a vuoto. Era stata lei a comprare le azioni di Carne, che adesso valevano milioni. Sollevò il ricevitore e compose il numero.
"Mister Di Culo? Sono Cophetua Hinshelwood. Ho qui un assegno di venti milioni di dollari per voi"
"Immagino che si tratti di un lavoro grosso, vero Milady?"
"Niente che non sia alla vostra altezza".

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home