mercoledì, gennaio 10, 2007

Sealand, see a land see and ...

abstract from National Geographics


NOTIZIE GENERALI
Sealand è situata all'interno dell'Area marina Protetta di Shitisland istituita nel 1997 per preservare il tratto di litorale antistante la costa del Suffolk, dalla quale dista 5 miglia.
Con la ragguardevole altezza di 565m sul livello del mare Sealand si erge maestosa di fronte al paese di St.Shitson per un’estensione di 85 Km quadrati ed è visibile dalla sommita dell’Assy Mountain così come dalla vicina isola di Sealind.
Il suo aspetto ed il suo colore marrone richiamano alle feci umane, con il caratteristico colore bruno chiaro dei massicci calcarei, simili a diarrea depositata su merda indurita; si può osservare che la vicina isola di Sealind e ed il tratto di costa che si affaccia di fronte all'isola, tranne Cape Fart, non presentano le stesse caratteristiche.
Raggiungere l'Isola di Sealand con mezzi pubblici è impossibile.





STORIA
L'origine dell'isola è oscura, dal momento che la composizione dei minerali che la compongono non è direttamente attribuibile a nessuna delle presenze mineralogiche che caratterizzano la zona. Secondo il geografo Thelonious Martinez, Sealink sarebbe nata da un enorme agglomerato di deiezioni fluttuante nel mare e poi solidificatosi a causa delle macchie solari
Abitata nell'antichità da oscuri popoli che idolatravano divinità simili a quelle egizie di Seth e Ra, Sealink fu abbandonata in epoca cristiana e rimase una terra desolata fino alla fine del '700, meta di pellegrini o asceti. Nei primi anni del 1800 ad opera del governo centrale si favorì un opera di urbanizzazione delle coste del Suffolk, fino ad allora pressochè disabitate: Fu in quel periodo che Jeremiah Pandemonium Bates proveniente dalla natia Inghilterra, si stabili nell'isola di Sealand impossessandosene.
Negli anni a seguire il Principe Arsenio Carmel De Culo (1798-1849) si recò nel Suffolk, li conobbe Santanico Cornelius Pandemonium Bates (figlio di Jeremiah); tra i due nacque un’antipatia che sfociò nell’odio feroce che condusse i due al tragico Duello di Fart Mountain.
In qualità di re, Crotalus Pandemonium Bates, figlio di Arsenio, ebbe diritto di proprietà su tutta l'isola di Sealand.
Tempo dopo una nave della Marina Reale Inglese si recò a Sealand su istruzioni della Regina Vittoria d'Inghilterra (1819-1901), appose all’isola i sigilli Reali, sconfiggendo le resistenze della famiglia Bates che rivendicava il Ducato di Sealand.
La foto della resa dei Bates è oggi affissa nella residenza ufficiale del sovrano del Regno Unito, il Buckingham Palace, con l’ironica dicitura "Il più piccolo regno del mondo".
La Regina Vittoria in persona delegò Lord Archibald De Culo al controllo della giurisdizione.
De Culo stabilì la sua residenza a Sealand nel 1909, riuscendo a convivere più o meno pacificamente con gli eredi Bates che restavano comunque i più grandi proprietari terrieri dell’isola e rivendicavano continuamente il rettorato della contrada attraverso diverse proposte e formule, che andavano dalla richiesta di un titolo alla proposta obtorto collo di assumere il ruolo affidato a Lord De Culo.
In epoca vittoriana, e fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, l’Isola di Sealand ha avuto un’amministrazione autonoma con il Rettorato del Messo della Regina.
Dal dopoguerra, Sealand si è progressivamente spopolata , rivivendo un breve periodo di popolarità alla fine degli anni '60, allorquando divenne meta di freackettoni e figli dei fiori, che giungevano a Sealand per vivere in comuni depravate dove venivano usate droghe e venivano praticati il nudismo e il sesso libero. Recentemente è stata dichiarata terra vendibile all’incanto, in virtù del Regio Decreto sulle Cessioni Demaiali : Inspiegabilmente, forse per incuria o nodi burocratici, Sealand continua a mantenere le sue caratteristiche di paradiso fiscale, oasi ecologica, patrimonio dell’umanità, oltre ad avere notevoli risorse autonome (ribes, melassa, corno, mastice).

CURIOSITA'
Secondo gli esoteristi Sealand nasconderebbe la porta al mitico continente sotterraneo di Shitwana e sarebbe collegata con l'oscura saga di ShitGate, una realtà che i recenti riscontri sembrano attribuire più alla storia che al mito. Nel Tractatus de Humana Defecatio in Insulam Pulcherrimam, Constantinus Basiliscus Baschiano (1332-1367) asserisce qui si toverebbero "tutte le spiegazioni della saga" e che “Sealandia” si troverebbe all’intersezione tra la sezione aurea del triangolo delle Bermuda e la tangente alla cosinusoide corrispondente all’emissione vibratoria di Atlantide.
L’energia del luogo è sorprendente. L'antropologo Jeronimus Melquiades Kerofonte (1902-1996) afferma di essere riuscito a cagare oltre 10 kg di merda al giorno dopo aver rinvenuto sull’isola alcuni manufatti assai raffinati, di difficile attribuzione culturale, realizzati probabilmente intorno al III secolo a.C.,utilizzati per oscuri riti propiziatori che prevedevano l’intrusione anale di idoli in pietra o in merda indurita.
Nel 1500 Sealand fu patria di numerosi alchimisti convinti di poter derivare la pietra filosofale dalla merda.

FAUNA
Naturalisti, biologi e zoologi da ogni parte del mondo si sono dedicati allo studio e alla sistematica della fauna di Sealand. L'isola ospita piccoli mammiferi, molte specie di uccelli, anche migratori, alcuni anfibi e una discreta quantità di esemplari di invertebrati, tra molluschi, artropodi e insetti. Naturalmente la fauna marina ha una grossa rilevanza perchè, nelle acque intorno all'isola di Sealand, c'è una fauna ricca e diversificata e si possono osservare mammiferi, pesci, rettili, invertebrati.
Nell'isola sono numerose le colonie di uccelli marini (merdano reale, merdano bizzoso, cormorano, merda minore, merda maggiore, merdone dal ciuffo).
Persino la Merdesca reale ha trovato riparo negli anfratti dell'isola di Sealand, vi è stanziata una coppia che si riproduce abitualmente.Vi sono anche fagiani, pernici, coturnici e starne dal ciuffo.
Fino al 1953 nell'isola di Sealand erano presenti anche il galluccio marino e il maiale di scogliera.
Vi è poi sulla terraferma una colonia di capre inselvatichite discendenti di quelle abbandonate dagli abitanti dell'isola che negli anni 60 si trasferirono sulla terraferma.
La Lucertola Merdata appartiene alla breve lista di rettili che popolano l'isola di Sealand. Essa ha la caratteristica singolare di avere le squame di colore marrone e vive esclusivamente sui Faraglioni e sullo scoglio di Shit Marble. È un caso di mimetismo ed evidentemente questa colorazione le conferisce una scarsa appetibilità o la rende meno visibile ai predatori. Studi zoologici hanno dimostrato che la Lucertola Azzurra è identica, tranne che per il colore, alla lucertola verde.
Il falco merdino è un rapace con sua forma compatta, pettinata, levigata e con coda corta. Attualmente a Sealand ci sono poche coppie di questi rapaci.
Tra gli invertebrati marini è doveroso ricordare i Merdani, la cui pesca impegna con passione le notti estive dei pochi Sealandesi rimasti e le cui carni sono alla base dei piatti tipici dell'Isola. I Merdani sono cefalopodi appartenenti alla famiglia Omnastrephidae, simili ai calamari si differenziano da questi per la diversa forma delle pinne. Oltre al Merdano comune esistono Merdani volatori, Illex coindetii, che utilizzano questa caratteristica per scappare dai predatori saltando nel culo degli aggressori.

FLORA
Esistono numerese specie endemiche tra cui val la pena ricordare la Merdilla (Merdylla Putrescens) dalle caratteristiche inflorescenze brune e giallastre, il Merduccio Aromatico (Strunticulus aulentis), dal forte profumo di escremento, ma soprattutto occorre segnalare una specie rarissima, di difficile se non impossibile esportabilità: il celebre Shit Tree o Albero della Merda (arbor sterci) le cui piante crescono molto velocemente, belle, rigogliose ma con un piccolo difetto: dai rami spezzati escea un liquame scuro e puzzolente. Timothy Lovejoy Higgins, il naturalista della Regina Vittoria, dopo avere analizzato più volte il succo della pianta e avere chiesto scusa alla sua sovrana non trovò per l'insolito vegetale un nome migliore. Si disse anche che T.L. Higgins riuscì a fare fermentare con ottimi risultati i campioni raccolti e a vendere poi il prodotto, caratterizzato da un forte sapore di acido fenico, alle distillerie di Islay.

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home